alert-erroralert-infoalert-successalert-warningarrow-left-longbroken-imagecheckmarkcontact-emailcontact-phonecustomizationforbiddenlockedpersonalisation-flagpersonalizationrating-activerating-inactivesize-guidetooltipusp-checkmarkusp-deliveryusp-free-returnsarrow-backarrow-downarrow-leftarrow-right-longarrow-rightarrow-upbag-activebag-inactivecalendar-activecalendar-inactivechatcheckbox-checkmarkcheckmark-fullclipboardclosecross-smalldownloaddropdowneditexpandhamburgerhide-activehide-inactivelocate-targetlockminusnotification-activenotification-inactivepause-shadowpausepin-smallpinplay-shadowplayplusprofilereloadsearchsharewishlist-activewishlist-inactivezoom-outzoomfacebookgoogleinstagram-filledinstagrammessenger-blackmessenger-colorpinterestruntastictwittervkwhatsappyahooyoutube
Experts / marzo 2018
Maureen Quirk, Global Newsroom

ALLENAMENTO DI SAN PATRIZIO: I SEI ESERCIZI FULL-BODY CON IL FUSTO DI BIRRA

San Patrizio, si sa, non è certo la festività più salutare dell’anno.

keg-workout-o-nano-2

Nata in Irlanda ma ormai celebrata nei pub di tutto il mondo, la festa di San Patrizio ha come protagonisti indiscussi i piatti tipici irlandesi, dal manzo sotto sale con la verza alla Shepherd’s Pie, e gli immancabili fiumi di birra. Inutile dire che anche quest’anno, nemmeno la proverbiale fortuna del santo patrono irlandese ti salverà dalle conseguenze dell’abbuffata.

 

 

Se non vuoi abbandonare l’allenamento nemmeno durante i giorni di festa, ecco un singolare workout per celebrare San Patrizio… o per smaltirne i postumi il giorno dopo.

Il trainer di Boston Conor Murphy ha qualche spunto curioso per noi.

 

 

Da sempre grande sostenitore di un programma di allenamento vario e non convenzionale, Conor Murphy cerca sempre di introdurre oggetti bizzarri nel suo allenamento.

“Gli oggetti inconsueti rendono il workout più divertente e soprattutto ci espongono a nuove sfide”, spiega. “Mettono alla prova la nostra abilità a utilizzare tutti gli elementi fitness in modi nuovi e inesplorati”.

San Patrizio è senza dubbio il giorno ideale per provare il Keg training, l’allenamento con un fusto di birra.

“Il lancio del fusto è una prova comune nelle competizioni Strongman. Ma questo è solo uno degli esercizi che possiamo fare con il fusto. Lanciarlo solamente non ci permetterebbe di sviluppare un allenamento full-body soddisfacente”, spiega Conor Murphy.

Allora, quali movimenti possiamo inserire per mettere alla prova ogni parte del nostro corpo?

Conor ne ha pensati sei diversi che suggerisce di combinare secondo le proprie esigenze per comporre un workout completo ed efficace. Di seguito, ecco illustrati tutti i movimenti e la loro esecuzione corretta.

Consiglio: per sicurezza, meglio che il fusto sia vuoto o pieno d’acqua, e se non lo trovi a portata di mano, puoi sempre sostituirlo con un bilanciere o un manubrio.

E un avvertimento fondamentale: “Attenzione a non confondere l’ordine delle cose: esegui prima il workout, e solo dopo potrai spillarti una birra. Di certo non il contrario!”

Keg squats

keg-squat-4

 

Con le gambe divaricate, i piedi allineati alle spalle e leggermente orientati verso l’esterno, tenere saldamente il fusto al petto. Scendere in squat e risalire, con i piedi ben saldi a terra durante l’intero movimento.

Keg swings

keg-swings

 

Con le gambe leggermente divaricate e i piedi allineati alle spalle, afferrare il fusto da un lato e farlo ondeggiare in un movimento ampio dal naso fino a sotto le gambe. Mantenere il busto in posizione eretta e non piegare la schiena.

Burpee keg jump-overs

keg-burpee-jump-overs

 

Spostarsi a terra nella posizione di push-up, stendere le gambe indietro. Riportare  con un salto le gambe nella posizione originale verso le mani, poi tornare in piedi e con un altro salto scavalcare il fusto. Ripetere il movimento dall’altro lato del fusto.

Keg thrusters

keg-thruster

 

Con i gomiti alzati, tenere il fusto all’altezza delle spalle ed eseguire uno squat. Mentre il corpo risale, estendere rapidamente ginocchia e anche prima di spingere il fusto verso l’altro, sopra la testa. Assicurarsi di stendere completamente le braccia in questa fase. Poi abbassare le braccia prima di ricominciare il movimento con il prossimo squat.

Keg lunges

keg-lunges

 

Iniziare afferrando il fusto con entrambe le mani e portandolo dietro di noi, sulle spalle. Eseguire ora un affondo in avanti, mantenendo il busto in posizione eretta e gli addominali in tensione. Piegare la gamba posteriore fino a toccare terra con il ginocchio. Ritornare in posizione eretta, riportando il piede nella posizione originale e parallelo all’altro.

Kegstand push-ups

kegstand-push-ups

 

Un numero da far girare la testa… letteralmente. Al posto del classico Handstand Push-up a terra, perché non provare sul fusto? Mentre il corpo è eretto in aria, piegare verso il basso braccia e gambe all’unisono, e poi riportarle nella posizione originale. Attenzione: se sei davvero intenzionato a svolgere l’intero workout, è consigliabile tralasciare questo esercizio.

 

keg-workout-o-nano

 

keg-workout-1

Experts / marzo 2018
Maureen Quirk, Global Newsroom