alert-erroralert-infoalert-successalert-warningbroken-imagecheckmarkcontact-emailcontact-phonecustomizationforbiddenlockedpersonalisation-flagpersonalizationrating-activerating-inactivesize-guidetooltipusp-checkmarkusp-deliveryusp-free-returnsarrow-backarrow-downarrow-left-longarrow-leftarrow-right-longarrow-rightarrow-upbag-activebag-inactivecalendar-activecalendar-inactivechatcheckbox-checkmarkcheckmark-fullclipboardclosecross-smalldownloaddropdowneditexpandhamburgerhide-activehide-inactivelocate-targetlockminusnotification-activenotification-inactivepause-shadowpausepin-smallpinplay-shadowplayplusprofilereloadsearchsharewishlist-activewishlist-inactivezoom-outzoomfacebookgoogleinstagram-filledinstagrammessenger-blackmessenger-colorpinterestruntastictwittervkwhatsappyahooyoutube
Experts / ottobre 2016
Natalie Chladek, Global Newsroom

5 Ricette pre-workout, secondo gli esperti

La ricerca parla chiaro: mangiare prima del workout migliora la performance di ogni atleta e aiuta a bruciare più calorie rispetto ad un allenamento a stomaco vuoto.

Molti studi consiglianoun giusto mix  di carboidrati e proteine per potenziare al massimo la prestazione in palestra.   

Per salvarti dalla monotonia del solito panino con il burro di arachidi, abbiamo chiesto a 5 atleti quali sono i loro segreti alimentari prima del workout. 

Ogni sportivo ha le sue abitudini eppure ci sono degli elementi comuni da cui prendere spunto:  quasi tutti gli atleti intervistati fanno il pieno di verdure e scelgono pasti che contengano ingredienti naturali e separati tra loro.  

Ognuno di noi può migliorare la propria alimentazione, professionisti e non. Scopri cosa mangiano gli atleti prima del workout e ispirati a loro per il tuo prossimo snack rigenerante.

Katrin Davidsdottir
Campionessa 2015 & 2016 Reebok CrossFit Games
Ricetta: Uova strapazzate, insalata di broccoli crudi e zuppa d’avena

La colazione preferita di Davidsdottir è composta da due uova più due albumi strapazzati accompagnati da un’insalata di broccoli crudi. Non rinuncia mai alla sua adorata zuppa d’avena cotta, con vaniglia al naturale e latte di mandorla, un buon caffe con latte intero e panna e un abbondante bicchiere d’acqua.

“Per me questa è la colazione perfetta, mi dà  l’energia necessaria per concludere anche i workout più lunghi. Non mi piace mangiare di nuovo prima di finire l’allenamento”, spiega Katrin.  

“In Islanda, chiamiamo le uova ‘una casa piena di cibo’ perchè dentro c’è davvero tutto.  

La zuppa d’avena è energia più sostenibile e contiene molti carboidrati.  È fondamentale per me assumerne moltissimi perchè sono i primi a bruciare in un allenamento intenso come il mio.”

Tara Stiles
Reebok Yoga Partner
Ricetta: Mix di verdure energetico

Prima della sua classe yoga o workout, Tara Stiles predilige una ciotola di verdure saltate, con anacardi e germogli di fagioli.  “Sono alimenti naturali e semplici con un apporto molto alto di energia, facili da digerire”, spiega.  “Una ricetta calda e piacevole è quello che ci vuole per affrontare l’allenamento al meglio”.

Tara suggerisce di acquistare prodotti freschi e non processati, al supermercato o meglio ancora al mercato dai produttori locali.  

Stiles ha condiviso la ricetta della sua personalissima  Energy Bowl nel suo recente libro di ricette Make Your Own Rules Cookbook.

Nicole DiMercurio
ZAP Fitness Runner
Ricetta: Insalata con spinaci, noci pecan, formaggio di capra,  barbabietole,  pollo e  aceto balsamico

DiMercurio cerca sempre di includere nel suo pasto proteine, carboidrati insieme a frutta o verdura per dare energia alla sua corsa e alla sua intera giornata.  

Rispettando questa formula, riesce a creare piatti molto vari e sempre salutari.

“È un mix personalizzabile che ti permettere di spaziare tra diversi alimenti senza scadere nella noia”, spiega. “Mangiare in modo sano deve essere un’esperienza divertente e affascinante”.

A colazione, Nicole si prepara una zuppa d’avena con burro di mandorle, miele e mirtilli.  A pranzo si concede una  porzione di spinaci con noci pecan, formaggio di capra,  barbabietole, pollo e  aceto balsamico  e quinoa come contorno.

Emily Schromm
Reebok Trainer
Ricetta: Tonno con verdure, maionese di avocado, curry e anacardi 

Il consiglio più importante che Schromm si sente di dare per una sana alimentazione prima dell’allenamento è la programmazione attenta.

“Pianificare il pasto in base al workout per me è fondamentale.  Generalmente mangio due ore prima dell’allenamento: faccio un pasto ricco di grassi buoni, proteine e carboidrati indispensabili.” 

Schromm compone la sua ricetta speciale con: 1 scatoletta di tonno selvatico, 1 cucchiaio di maionese di avocado, 1 cucchiaio di curry e 40 gr di anacardi, oltre a verdure a dadini come cetrioli, carote e peperoni.  A volte aggiunge un contorno di pane integrale senza glutine, in particolare se il workout del giorno prevede sollevamento pesi. 

Ogni ingrediente ha un ruolo determinante per migliorare la performance.   Il tonno fornisce le proteine per la forza e omega 3 per prevenire le malattie cardiache.

La maionese di avocado dà un tocco di gusto in più al piatto.    “I grassi buoni sono importanti per la sensazione di sazietà, per la produzione di ormoni sani e sono un ottimo carburante per le discipline sportive che richiedono resistenza”, spiega Schromm.  

Joanna Thompson
ZAP Fitness Runner
Ricetta: Zuppa di quinoa e avocado con asparagi, pesto e uova

“Solitamente cerco di preparare qualcosa di facilmente digeribile e ricco di proteine”, spiega Thompson che mangia 2-3 ore prima dell’allenamento.  Joanna è vegetariana e per questo ha provato tantissime proteine vegetali e ormai ha diverse opzioni tra cui scegliere.  

Quella che preferisce è la zuppa di quinoa e avocado con asparagi grigliati, pesto e uova in camicia.  

In tutto, questa ricetta le fornisce circa 15 grammi di proteine, contemporaneamente il pesto e l’avocado rappresentano un’ottima fonte di grassi insaturi e sani.

E tu cosa mangi prima dei workout più impegnativi? Raccontalo su Facebook o Instagram taggando@reebokitaly @ReebokIT .

Experts / ottobre 2016
Natalie Chladek, Global Newsroom