alert-erroralert-infoalert-successalert-warningbroken-imagecheckmarkcontact-emailcontact-phonecustomizationforbiddenlockedpersonalisation-flagpersonalizationrating-activerating-inactivesize-guidetooltipusp-checkmarkusp-deliveryusp-free-returnsarrow-backarrow-downarrow-left-longarrow-leftarrow-right-longarrow-rightarrow-upbag-activebag-inactivecalendar-activecalendar-inactivechatcheckbox-checkmarkcheckmark-fullclipboardclosecross-smalldownloaddropdowneditexpandhamburgerhide-activehide-inactivelocate-targetlockminusnotification-activenotification-inactivepause-shadowpausepin-smallpinplay-shadowplayplusprofilereloadsearchsharewishlist-activewishlist-inactivezoom-outzoomfacebookgoogleinstagram-filledinstagrammessenger-blackmessenger-colorpinterestruntastictwittervkwhatsappyahooyoutube
Studio / marzo 2017
Danielle Rines, Global Newsroom

5 Posizioni Yoga ideali per chi corre

La primavera è finalmente arrivata: insieme ai fiori, spuntano maratone e competizioni running ogni finesettimana. È il momento di intensificare l’allenamento, runner!

Oggi ti proponiamo una nuova sfida: yoga!

Un allenamento estremamente focalizzato sulla corsa è utile, ma non sempre sufficiente. Ampliare le tue capacità potrebbe rivelarsi ancora più stimolante ed efficace. Lo yoga offre ai runner tantissimi modi per aumentare energia, endurance e core strength. 

“Yoga è un ottimo modo per alleviare lo stress e ridare energia al nostro corpo prima o dopo la corsa, ma non solo: è un’ottima occasione per sviluppare flessibilità e forza, ideali per prevenire gli infortuni e migliorare la resistenza durante la corsa”, spiega Majesta Thorndike, Istruttrice e Studio Manager di CorePower Yoga.  CorePower Yoga è un workout yoga ad alta intensità. 

Grazie allo yoga, chi corre può imparare a isolarsi dal rumore, ritrovare l’equilibrio mentale e la calma necessari per portare a termine le corse più lunghe.

“Lo yoga porta maggiore consapevolezza nella nostra vita di tutti i giorni”, spiega Thorndike.

Per avere successo nel running bisogna sviluppare un buon passo e tanta resistenza, anche in questo caso lo yoga può essere utile ai runner per trovare il giusto ritmo. 

“Yoga è l’attività perfetta per chi corre, non solo per gli straordinari benefici fisici ma anche perchè ci insegna a rilassarci e respirare correttamente”, dice.

In palestra, a casa o in viaggio, lo yoga infonde nella mente di ogni runner un senso di calma e risolutezza che lo accompagneranno fino al traguardo.

“Non c’è niente di meglio di una stanza riscaldata, buona musica e una sequenza yoga...per trovare la giusta ispirazione e la calma”.

Maratoneti, aprite le orecchie: Thorndike e le istruttrici di CPY hanno scelto per voi 5 posizioni yoga che vi aiuteranno a tagliare il traguardo con forza e serenità.

1. Runners Lunge

Per rendere questa posizione più attiva, tenere il ginocchio posteriore sollevato. Se invece hai bisogno di un momento di recupero, appoggialo pure a terra. Allunga i muscoli della schiena, i glutei e i flessori delle anche, rafforza il tendine del ginocchio e i quadricipiti.

2. Half hanumanasana (half splits)

Mantenere le anche sollevate oppure appoggiarsi sul tallone posteriore. Tendere la gamba anteriore e puntare a toccare la punta del piede. Questa postura distende i tendini del ginocchio e i polpacci, allo stesso tempo rafforza i muscoli della schiena.

3. Kneeling crescent lunge

Una posizione ideale per distendere i flessori dell’anca e il muscolo psoas. Iniziare posizionando il piede anteriore davanti a sè, leggermente più avanti rispetto alla caviglia, poi spingere con le anche in avanti. Per massimizzare lo stretching,  abbinare movimenti con le braccia.
 

4. Figure 4

Una posizione che può essere eseguita in piedi o distesi a pancia in su,   ideale per distendere anche, glutei e zona lombare. Per eseguirla in piedi, posizionare la caviglia sulla coscia opposta, poi scendere leggermente come per eseguire uno squat. Infine, tendere il petto in avanti e respirare!
 

5. Skandasana (side lunge)

Questa posizione permette di allungare i muscoli interni ed esterni delle cosce, i tendini rotulei e i muscoli dei polpacci. Inizia assumendo una posizione ampia con le dita ben distese verso l’esterno, allungati a lato e respira. Ora puoi modificare la posizione puntando con le dita verso l’esterno e flettendole, oppure modificando la posizione delle braccia per massimizzare l’efficacia della posizione.

Quali sono le tue posizioni preferite da svolgere prima della corsa? Raccontaci la tua esperienza con un’immagine su Instagram e tagga @Reebokitaly

Studio / marzo 2017
Danielle Rines, Global Newsroom