alert-erroralert-infoalert-successalert-warningbroken-imagecheckmarkcontact-emailcontact-phonecustomizationforbiddenlockedpersonalisation-flagpersonalizationrating-activerating-inactivesize-guidetooltipusp-checkmarkusp-deliveryusp-free-returnsarrow-backarrow-downarrow-left-longarrow-leftarrow-right-longarrow-rightarrow-upbag-activebag-inactivecalendar-activecalendar-inactivechatcheckbox-checkmarkcheckmark-fullclipboardclosecross-smalldownloaddropdowneditexpandhamburgerhide-activehide-inactivelocate-targetlockminusnotification-activenotification-inactivepause-shadowpausepin-smallpinplay-shadowplayplusprofilereloadsearchsharewishlist-activewishlist-inactivezoom-outzoomfacebookgoogleinstagram-filledinstagrammessenger-blackmessenger-colorpinterestruntastictwittervkwhatsappyahooyoutube
Studio / gennaio 2017
Danielle Rines, Global Newsroom

Le mani, simbolo del nostro passato e delle nostre passioni: una trainer Les Mills si racconta

Le cicatrici, i segni e le imperfezioni sulle nostre mani ci ricordano chi siamo, sono la testimonianza delle nostre battaglie quotidiane.

Eppure Lissa Bankston, Master Trainer Les Mills, quando guarda le sue mani non rivede solo se stessa, ma anche sua madre.

“Le mie mani assomigliano sempre di più a quelle di mia madre”, racconta Lissa.  “Quando le guardo, mi ricordano di quando ero piccola e osservavo le mani di mia madre con grande ammirazione”.

Le mani di Bankston le ricordano il supporto che ha ricevuto dalla sua famiglia,  e i forti valori etici che l’hanno resa la donna che è oggi. 

“Grazie all’amore, la pazienza e i sacrifici dei miei genitori, oggi sono una donna migliore”, dice.  “Ho bisogno di molto supporto nel mio lavoro e di persone che mi conoscano davvero in modo che io possa dare il massimo quando lavoro a stretto contatto gli altri”. 

La storia di Bankston è una delle tante che compongono la campagna brand Reebok 2017, rappresentata dall’emozionante spot ‘Hands’ – naturale evoluzione della piattaforma Be More Human.  Attraverso diverse immagini e punti di vista, lo spot mostra le mani come diari della nostra vita,  testimonianza di passione, dedizione, successi e fallimenti.    

Nel suo lavoro, Bankston incontra persone nuove ogni giorno e le aiuta ad allenarsi intensamente per migliorare se stessi.  Attraverso le sue mani, Lissa restituisce al prossimo la preziosa lezione che ha ricevuto in famiglia. 

“Abbiamo questa opportunità unica di aiutare gli altri, persone meno fortunate di noi che non hanno avuto una famiglia alle spalle; per queste persone diventiamo un punto di riferimento,  con le nostre mani possiamo aiutare moltissimo coloro che hanno bisogno di amore e incoraggiamento”, spiega Bankston.

Trasmettere passione, fare fino a 1000 reps in una classe BODYPUMP™, abbattere barriere e supportare gli altri: a questo servono le mani di Lissa.

“I pregiudizi sulle donne che praticano weight training sono ancora molti”, dice.  “Eppure nulla mi fa sentire più potente di quando mi alleno e mi metto alla prova”. 

Queste sfide di ogni giorno creano un senso di community.

“Ci sono momenti durante la classe in cui credo di perdere la presa sul bilanciere, poi guardo le persone intorno a me, capisco che siamo tutti nella stessa situazione e allora tengo duro per motivare anche chi è accanto a me a fare lo stesso”, spiega. 

Bankston lavora ogni giorno per creare un ambiente positivo e incoraggiante in palestra e offrire supporto a chi ne ha più bisogno, attraverso il fitnees, ovviamente.

“Non sempre ci rendiamo conto di quanto possiamo fare la differenza per alcune persone, semplicemente facendo il nostro lavoro”, racconta Lissa.

“Mi emoziona pensare a quello che mi può riservare il futuro, incontrare sempre più persone, influenzare il loro percorso in modo positivo e entusiasmante”.

In che modo le tue mani raccontano la tua storia?   Raccontacelo su Facebook e Instagram, tagga @Reebokitaly e non dimenticare l’hashtag #BeMoreHuman

Studio / gennaio 2017
Danielle Rines, Global Newsroom