alert-erroralert-infoalert-successalert-warningarrow-left-longbroken-imagecheckmarkcontact-emailcontact-phonecustomizationforbiddenlockedpersonalisation-flagpersonalizationrating-activerating-inactivesize-guidetooltipusp-checkmarkusp-deliveryusp-free-returnsarrow-backarrow-downarrow-leftarrow-right-longarrow-rightarrow-upbag-activebag-inactivecalendar-activecalendar-inactivechatcheckbox-checkmarkcheckmark-fullclipboardclosecross-smalldownloaddropdowneditexpandhamburgerhide-activehide-inactivelocate-targetlockminusnotification-activenotification-inactivepause-shadowpausepin-smallpinplay-shadowplayplusprofilereloadsearchsharewishlist-activewishlist-inactivezoom-outzoomfacebookgoogleinstagram-filledinstagrammessenger-blackmessenger-colorpinterestruntastictwittervkwhatsappyahooyoutube
Experts / novembre 2016
Maureen Quirk, Global Newsroom

CJ Cummings: la giovane promessa del sollevamento pesi

Tra le chiacchiere con gli amici fuori da scuola, le partite a “Call of Duty” e gli spuntini da McDonald’s, i pomeriggi di ogni 16enne passano in fretta. CJ Cummings non è diverso dai suoi coetanei, eppure la sua routine quotidiana prevede qualche sforzo in più.

Sollevamento pesi è la sua passione, l’attività a cui dedica più tempo e sicuramente il suo più grande talento.

Il giovanotto di Beaufort, South Carolina, ha solo 16 anni ma detiene già moltissimi record americani e mondiali di Olympic Lifting tanto che anche ilThe Wall Street Journal l’ha definito il Lebron James del sollevamento pesi.

Reebok ha infatti scelto questo giovane talento come consulente nella realizzazione della nuovaLegacy Lifter,la prima scarpa del brand dedicata esclusivamente al sollevamento pesi, disponibile in Italia dal 1 gennaio 2017.

La nuova Legacy Lifter è dotata di una piattaforma lifting estremamente stabile grazie alla base spessa e solida per un controllo ottimale. Il modello dalla forma anatomica avvolge il piede offrendo un comfort superiore. La chiusura con doppio strappo e lacci offre massima stabilità al piede tenendolo ben ancorato a terra anche nel momento di massimo sforzo.  

“È la prima volta che seguo personalmente la realizzazione di una scarpa. È incredibile” , racconta Cummings.  “Quando sono stato a Boston, mi hanno mostrato il processo e la struttura del modello”.

È la prima volta che seguo personalmente la realizzazione di una scarpa. È incredibile.

Cummings, che ha personalmente testato la Legacy Lifter fin dai primi prototipi, realizzati nel dicembre 2015, ne è entusiasta: “È molto più confortevole di altre lifter che ho provato in passato”. legacy-lifter-cj-shoe

Il giovane enfant prodige del bilanciere ha soli 16 anni e una lunga carriera davanti a sé.

“Quando ho iniziato sollevamento pesi avevo solo 10 anni” racconta Cummings.. “I campionati di football e basket erano finiti, io e mio fratello a casa ci annoiavamo da morire. Così un giorno mia sorella ci ha portato in palestra. Inizialmente pensavo alla palestra come un training di rafforzamento in vista della nuova stagione di football, ma poi ho scoperto un altro mondo, uno sport a sè”.

Dopo circa 1 anno e mezzo di pratica, Rayford Jones – il coach di Cummings – ha iniziato a rendersi conto che CJ sollevava pesi ben superiori alla media, considerato il suo peso e la sua età. Gradualmente Cummings ha accantonato gli altri sport che praticava per concentrarsi unicamente sull’Olympic Lifting. 

“Mi alleno dal lunedì al venerdì, per circa 2 ore”, racconta.

In palestra tutti lo conoscono, è un grande campione e detentore di un record mondiale, ma nella sua vita di tutti i giorni, Cummings rimane un giovane studente: “Sono un ragazzo come tutti gli altri”.

Sono un ragazzo come tutti gli altri.

A soli 16 anni Cummings ha già un’agenda fittissima di impegni, viaggia in tutto il mondo e vanta diversi sponsor, tra cui Reebok. “Il confine tra la mia vita professionale e la mia vita da teenager è molto sottile” spiega CJ,

confessando che i moltissimi viaggi sono sicuramente la parte più interessante del suo successo sportivo. 

legacy-lifter-cj-shoe-2La destinazione preferita di CJ fino ad ora è stata la Polonia: “Avere l’opportunità di viaggiare e praticare il mio sport preferito, è un sogno!”. 

Prima della gara, quando l’agitazione inizia a farsi sentire, Cummings cerca di affrontarla come se fosse un normale allenamento.

“Ray [il coach] mi dice sempre ‘Vai e divertiti. Comunque vada, il sole continuerà a splendere e le persone continueranno ad amarti per quello che sei, quindi non ti resta che andare là fuori e divertirti anche durante la competizione”.

Tra i viaggi intorno al mondo e la progettazione della nuova Legacy Lifter con Reebok, CJ Cummings frequenta il liceo, passa tantissimo tempo sul suo smartphone (a detta della madre) e ogni tanto si concede un pranzo da McDonald’s con i compagni di scuola.

Il suo rapporto con gli amici di sempre non è cambiato:

“I ragazzi mi chiedono sempre quando sarà la prossima gara, nient’altro” racconta Cummings, che non ha certo intenzione di interrompere la sua carriera.

“Sono sicuro di poter migliorare ancora. Devo solo continuare a dare il massimo e forse chissà, potrò battere nuovi record. Sogno di vincere un oro alle Olimpiadi”.

Sono sicuro di poter migliorare ancora. Devo solo continuare a dare il massimo e forse chissà, potrò battere nuovi record. Sogno di vincere un oro alle Olimpiadi.

legacy-lifter-cj-1

Segui@reebokitaly su Instagram e Facebook per rimanere sempre aggiornato sulle gare di Cummings e i suoi prossimi successi. Scopri di più sulla Legacy Lifterqui.

Experts / novembre 2016
Maureen Quirk, Global Newsroom