alert-erroralert-infoalert-successalert-warningbroken-imagecheckmarkcontact-emailcontact-phonecustomizationforbiddenlockedpersonalisation-flagpersonalizationrating-activerating-inactivesize-guidetooltipusp-checkmarkusp-deliveryusp-free-returnsarrow-backarrow-downarrow-left-longarrow-leftarrow-right-longarrow-rightarrow-upbag-activebag-inactivecalendar-activecalendar-inactivechatcheckbox-checkmarkcheckmark-fullclipboardclosecross-smalldownloaddropdowneditexpandhamburgerhide-activehide-inactivelocate-targetlockminusnotification-activenotification-inactivepause-shadowpausepin-smallpinplay-shadowplayplusprofilereloadsearchsharewishlist-activewishlist-inactivezoom-outzoomfacebookgoogleinstagram-filledinstagrammessenger-blackmessenger-colorpinterestruntastictwittervkwhatsappyahooyoutube
Combat / giugno 2016
Blair Hammond, Senior Manager, Global Newsroom

NESSUNO È PERFETTO: I SOCIAL MEDIA SECONDO RONDA ROUSEY

Quando il tuo lavoro è salire sull’Octagon e guardare negli occhi il tuo avversario, l’interazione “face-to-face” assume un significato totalmente nuovo.

Eppure, Ronda Rousey sostiene che non sia la sua professione ad aver cambiato il suo modo di interagire con la gente, quanto piuttosto i social media – e di certo non in modo positivo. 

Per quanto l’intrattenimento social possa risultare noioso e poco interessante, è indubbio che abbia ormai rivoluzionato la comunicazione tra le persone, se di “comunicazione” si può parlare. 

ronda social perfect never 1

“I social media stanno eliminando la vera dimensione sociale della comunicazione”, afferma Ronda.  “Nessuno conversa più al telefono. Non c’è più la voglia di intrattenersi, di dire “ciao” o “arrivederci”.

Per Ronda Rousey, genuina e trasparente, queste interazioni quotidiane restano estremamente importanti; sembra che ormai si sia persa la voglia di chiacchierare e questo per Ronda è davvero un problema. 

“Come intrattenere relazioni e socializzare con la gente non si studia sui libri di scuola. È una cosa che si impara con la pratica, cosa ormai rarissima...  Oggi le persone si schivano e sono molto diffidenti” racconta Rousey, sul set della nuova campagna Reebok “Perfect Never” – sull’emancipazione e la celebrazione delle figure femminili.

Si potrebbe pensare che Ronda sia giunta a questa conclusione dopo essersi scontrata con fiumi di critiche su Twitter o Facebook, eppure è proprio nelle relazioni personali e con gli amici di sempre che ha notato maggiormente questo cambiamento. 

“Ho amici che preferiscono scrivermi che telefonarmi” racconta. “Come possono preferire il mezzo di comunicazione che crea meno contatto personale?”

Via Twitter o al telefono, Ronda è la stessa, il più genuina possibile. Incontrandola di persona, è impossibile non notare la sua voglia irrefrenabile di chiacchierare e interagire, lontana dalle menzogne holliwodiane e noncurante delle aspettative degli altri. 

ronda social perfect never group 1

La ricerca della perfezione pesa inutilmente sulle spalle di ognuna di noi. “Ogni donna tende ad analizzarsi molto, forse troppo. Oggi il bombardamento di immagini dai social influisce sempre di più sulla vita di molte di noi”.

L’autenticità per Ronda è vitale,  anche nei post ai fan cerca sempre di essere sempre se stessa, a differenza di ciò che fanno altre celebrità. 

“Chiunque vorrebbe essere come loro, per molti sono delle vere icone. Mostrare una versione irreale di se stessi, nascondere i problemi, far credere di non dover affrontare nessuna difficoltà e di non avere debolezze è fuorviante, le persone potrebbero mettere in discussione il loro stile di vita imperfetto o sentirsi sbagliati”.

Ronda è differente. Va controcorrente e mostra se stessa senza timore, con tutte le sue imperfezioni. Dopo vittorie, sconfitte, première cinematografiche e un libro di successo alle spalle, Ronda continua a parlare sui social apertamente e onestamente, rivolgendosi ai fan ma anche ai critici. 

ronda social perfect never group 3

Non si scaglia contro chi si comporta diversamente, è solo una questione di carattere, della propria natura. 

“Alcuni sentono il bisogno di guadagnarsi la stima della community mostrando l’immagine migliore di sè”, commenta così la cultura Instagram.  “È quasi paragonabile alla cura di sè: mentre perfezionano il proprio profilo Instagram, è come se si stessero pettinando e truccando davanti allo specchio.   In questo caso, però, non si parla più di aspetto fisico, ma di aspetto digitale”.

Ronda è una fighter, per lei specchio e perfezione contano poco.  Soprattutto quando si trova faccia a faccia con l’avversario.  Tutto quello di cui ha bisogno sono testa e cuore.  Testa e cuore sono più importanti di ogni altra cosa, soprattutto più importanti dei post che ti dicono chi o cosa dovresti essere. 

Combat / giugno 2016
Blair Hammond, Senior Manager, Global Newsroom